Ancora sul Parmigiano Terremotato!

Torniamo sull’argomento Parmigiano Terremotato.

Come forse ricorderete nell’immediato post terremoto Capoverso si era attivata per promuovere l’acquisto del cosidetto “Parmigiano Terremotato” cioè di quelle forme di parmigiano le quali, cadute dalle scansie in cui erano riposte per la stagionatura, avevano riportato rotture o ammaccature che ne impedivano la corretta prosecuzione della stagionatura delle forme e che pertanto dovevano necessariamente essere vendute a pezzi o come danneggiate.

La situazione dei caseifici in quei giorni non permetteva sempre un celere contatto tra i potenziali acquirenti e i caseifici stessi, e alla vendita a distanza era priviliegiata  (per ovvi motivi) la vendita sul posto.

Infine “l’interessamento” della grande distribuzione ha fatto si che le richieste di parmigiano provenienti da piccole realtà come la nostra non venissero soddisfatte. Molti caseifici da noi contattati infatti non hanno risposto, altri ci hanno comunicato che l’intero quantitativo di Parmigiano Terremotato disponibile era stato già venduto.

Naturalmente la situazione in Emilia è ben lontana dall’essere tornata alla normalità e

 oggi abbiamo ricevuto una mail dal Caseificio Sociale 4 Madonne di Lesignana per cui torniamo a chiedervi, se ancora interessati, di mandarci una mail manifestandoci la quantità di parmigiano (con stagionatura da 6 a 8 mesi) desiderato (pezzatura minima 1 Kg a 10.00 euro), per costituire una sorta di gruppo d’acquisto (dobbiamo necessariamente raggiungere un ordine minomo di 40 Kg.) con base presso la nostra Bottega di Via dei Gonzaga 34C.

Certi che la solidarietà non si sia esaurita con la fine del tam-tam mediatico che abbiamo vissuto nell’immediato dopo terremoto, restiamo in attesa delle vostre (speriamo numerose) prenotazioni.

Cooperativa Capoverso.

Con le parole chiave , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un Commento